Notas de viaje de dos malungos, note di viaggio di due malunghi: Colombia, Italia, India, Nepal, Thailandia, Burma/Myanmar.

Isola Polvese, Lago Trasimeno.

DSC05094pAltri cammini ci sono stati.

Camminare. Non pensare ai chilometri, alla meta che si deve (si deve ?) raggiungere. Ma al passo.

Un.

Passo.

Dopo.

L’altro.

Altri cammini ci sono stati.

Ma ora l’ombra ha 2 zaini. 2 cuori. 2 magliette sudate. 4 gambe.

Camminiamo.

Da Magione a San Feliciano, tra i campi e le colline verdi e i boschi non c’é treno o bus, solo le nostre gambe (il mio GPS e magari un cuore umbro benigno e campesino che ci dá un passaggio in autostop sulla sua macchina fumando e ascoltando musica da ballo liscio tipo Raul Casadei).

DSC_1601Al bordo del Lago Trasimeno, un tramonto meraviglioso ci premia, e il sole rosso si nasconde proprio dietro l’Isola Polvese che ci attende.

Sono solo 10 minuti di battello per arrivare: sulla barca non c’é nessuno, solo noi.

L’Isola é piccola, non c’é quasi nulla. Un Castello e un Monastero del 1300.

Lago, alberi, piante, stradine, sterrate, insetti, grilli e silenzio.

L’Isola é piccola e c’é solo un alberghetto, la Fattoria Il Poggio, gestito da una coppia, Michele di Firenze e Paula (!) Brasiliana e il loro splendido piccolo Tiago e che ci accolgono con enorme calore.

DSC_1637pL’Isola Polvese é piccola, non c’é quasi nessuno e sembra fatta apposta per raccogliere gambe e pensieri, che si son mossi molto.

Riposiamo, meditiamo, giochiamo a super mario, scriviamo, ri-scriviamo, pensiamo all’India, leggiamo sull’India, aggiorniamo il Blog.

L’Isola é piccola, la si gira in bicicletta in meno di mezzora.

(Update 31/8/2010: cadute permettendo..)

La giriamo e ci rigiriamo. Il lago é tutto intorno come il mondo, e se lo guardi sembra un fazzoletto, l’India dietro l’angolo, basta solo attraversare il lago.

Basta solo continuare a seguire a girare a seguire girando.

La tentazione di rimanere qualche giorno in piú (o tutta la vita) é forte.

Ma quello che gira che ci fa girare, quello che ci rende Malunghi: lo é di piú.

L.

One response

  1. Paula

    De ensueño Isola Polvese, a ella, nuestro agradecimiento por hospedarnos con tanto calor y permitirnos continuar el viaje. Siguen tejiendo las arañas del lugar nuestro camino, de a poco aprendemos a tejer nosotros mismos, descubrimos que desde siempre lo hemos hecho. ¡Sigamos el viaje!

    1 September, 2010 at 9:04 am

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s