Notas de viaje de dos malungos, note di viaggio di due malunghi: Colombia, Italia, India, Nepal, Thailandia, Burma/Myanmar.

Partire é Partiamo.

“La vita é un viaggio, chi viaggia vive due volte”
“La vida es un viaje, quien viaja vive dos veces”
(Omar Kayyam)

A volte parti.

A volte torni.

A volte parti e torni, a volte eri giá partito e ripartito, parti e torni sui tuoi passi per capire se sei tornato davvero, o se sei partito mai.

Migrare per mitigare quel movimento che é fuori che é dentro che va dall’Ungheria alla Grecia alla Spagna agli scavi allo scavare all’essere scavato, camminando raggiungendo, e poi lasciando, lidi sicuri e forme vuote e strette con sigle di 3-lettere jpo ilo onu strette e vuote per sentirlo sempre quel movimento, quel movimento fuori e quel movimento dentro, che ti spinge verso altri mondi nuovi mondi.

Nuovi mondi.

Il Nuovo Mondo, quello che c’é dall’altra parte dell’Oceano, raggiunto vissuto come quello che c’é da questa parte di qualunque oceano.

Nuovo Mondo, ora Vecchio Mondo.

La Colombia, come casa, come una casa, come una delle case, e giá Casa, nelle vie della Candelaria, nei teatrini, nei cerros e le cime amiche e i tetti e i gatti e i bambini di Patio Bonito.

Educare, educare alla pace, insegnare, essere educato, in-segnare, segnare la via, seguire la via, cercarla la via.

Cercarla per nuovi mondi, conquistarli e poi lasciarli, seguendo quello che non puó essere spiegato, il movimento e l’onda.

Il Movimento e l’Onda. Che stanno dentro, che stanno fuori.

Senza forme, senza nomi, senza sigle senza 3-lettere, perché non ci sono lettere né nomi né forme. Solo quello che si muove dentro e fuori, da dentro a fuori. Da fuori a dentro.

Movimento, e da sempre la certezza di non poterlo non ascoltare di non poterlo non seguire, e da sempre la certezza che seguirlo sarebbe stato seguirlo solo, seguirlo solo io, seguirlo. Io e da solo.

E poi tutto cambia, come tutto sempre cambia, e il movimento si sincronizza, e da Budapest risuona di vite antiche raccontate attraversando una notte il Margit Híd e da quel momento il movimento si fa Malungaje Malungaggio ed é naturale come respirare, inaspettato come la vita che si rinnova, atteso da vite intere.

E ora partire é Partiamo.

Partire é Partiamo.

E allora partiamo, mia Malunga, Colombia Italia India. Nuovi mondi ci aspettano e nuovi movimenti e odori e sapori e spezie sconosciute da assaporare e lingue mai udite da imparare.

Partiamo, forti e piú forti, incoscienti e coscienti.

Partiamo, coscienti.

Partiamo, insieme, mia Malunga.

L.

10 responses

  1. Giordano

    Hey come prosegue il viaggio?
    Come vedete ho avuto l’onore del primo commento su questo blog, in fondo non capita tutti i giorni di incontrare persone interessanti^^

    Mi riccaomando se ripassate da queste parti fatemelo sapere🙂

    Giordano (si, quel tizio con il vestito di 27 kili^^)

    29 August, 2010 at 11:01 pm

    • Giordano: il tuo commento é stato il primo, e come vedi di tuo non c’é solo il nome in questo Blog! Aspettiamo i tuoi commenti, e speriamo che il vestito di 27 chili sia nell’armadio in attesa del prossimo Calendimaggio.

      1 September, 2010 at 11:04 am

  2. Paula

    Tejen rápido las arañas alrededor del computador mientras escribo, en la “Isola Polvese”, si nos descuidamos encontraremos nuestros cuerpos llenos de esta materia blanca y transparente, de esta malla fuerte y flexible. Mientras escribo recortes de nuestro viaje y arreglo el sentido narrativo de un par de fotos, abro una tímida ventanita y leo tus palabras unas vez más, agradezco al universo y te agradezco por esto que compartimos juntos, por esto que es tuyo y que es mío y que fortalece nuestros pasos en movimiento… desde Hungría hasta Colombia, de Koralia a Bucaramanga y Somondoco, de Italia hasta la India: ¡Mi Malungo!

    30 August, 2010 at 12:16 pm

  3. MARLENE ARAYA

    Francesco
    Estoy muy feliz de saber que estas realizando ese maravilloso viaje. Mi esposo se encuentra en Colombia y hace muy poco fui a verlo. Ahora en septiembre estare en Paris, tengo que exponer una investigacion en Luxemburgo. Estuvo en Chile nuestra amiga peruana Iris, nos acordamos de ti tomando un buen vino chileno.
    Felicidades y un hasta pronto acuerdate de Chile mi casa es grande y puedes venir con tu companera cuando quieras. Un gran abrazo.
    MARLENE

    1 September, 2010 at 4:57 am

    • El mundo es grande, pero no tan grande, querida Marlene: sin dudas nos veremos pronto, en Europa, en Chile, o en otro lugar que no sea ni el uno ni el otro.

      1 September, 2010 at 11:03 am

    • Iris Giuliana

      Marlene quierida amiga, doy fé de tu hospitalidad y lo generosa y maravillosa que fuiste conmigo.

      Un abrazo grande, te recuerdo con cariño

      Iris

      12 September, 2010 at 6:31 am

  4. Iris Giuliana

    Mi querido Francesco, hermoso simplemente hermoso, lo que leo me toca el alma.

    Estoy muy felíz por ti y por Paula … sigan en su mágico viaje y envuelvan en aquella magia a quienes más lo necesitan.

    Un abrazo grande …

    Iris

    9 September, 2010 at 3:42 am

  5. vale

    Mi vengono i brividi a leggere questo blog.
    Tutto quello che penso, che sento, ma che spesso non riesco a trasmettere a chi mi sta vicino, ora e’ scritto, con profonda poesia.
    Fra, sei stato tu a non farmi perdere di vista la mia Ola, a farmi credere in essa.
    E tu mi hai dato i libri di greco, che sto utilizzando ora, nella mia vita ellenica.
    Vi seguiro’ con affetto, cari Malungos. Fatemi viaggiare con voi.
    Por cierto, si quiereis pasar por Atenas… ya teneis casa.
    Vi abbraccio, e mi metto in una tasca del vostro zaino.

    13 September, 2010 at 1:35 pm

    • Cara Vale,
      la vita Ellenica, con i suoi Sigá-Sigá é dove la tua Ola-Onda ti ha portato. Seguila. Seguiti. Sei anima affine e inquieta, guarda il mondo la meraviglia che racchiude in ogni angolo. In Grecia, a casa, in qualunque Casa.

      Ti portiamo con i nostri (ingombranti) zaini.

      Prenditi cura di te. Ti scrivo.

      Sto Kaló + filiakia,

      F.

      14 September, 2010 at 1:22 am

  6. Elisabetta

    ciao!dopo così tanto che non ci si vede o scrive, ecco all’improvviso tue anzi vostre notizie…che gioia!e che invidia!noi stiamo percorrendo una viaggio un po’ diverso ma non meno ricco, già due bimbi piccoli e il terzo in arrivo tra un mese!un abbraccio forte e buona continuazione del viaggio!
    betti e famiglia

    23 September, 2010 at 3:59 pm

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s